KKL Italia Onlus

News

COMUNICATO STAMPA – UN ULIVO PER IL GIORNO DELLA MEMORIA

Nell’ambito delle celebrazioni del Giorno della Memoria la Fondazione Keren Kayemeth LeIsrael Italia Onlus ha donato un Ulivo di Gerusalemme, per mantenere viva la memoria di ciò che è avvenuto durante la Shoah, al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, dove fino a domenica 26 gennaio sarà esposta negli spazi del Corner MAXXI la mostra fotografica di Carlo Mogiani “Mano nella Mano”.

L’ulivo, nella tradizione ebraica, porta con sé molti simboli e significati, comprese le sue peculiarità: è simbolo di pace, di vita e fratellanza. Come il tempo farà crescere questo ulivo, abbiamo il dovere di far crescere il ricordo e la coscienza. Ogni giorno farà ricordare le tante vittime della Shoah e i deportati nei campi di concentramento. Sottolineerà il principio della responsabilità, anche individuale, in tragedie come quella dell’Olocausto; sarà un monito, rivolto a tutti, a riflettere sugli orrori dello sterminio e a impedire che in futuro si possa riproporre ogni forma di razzismo e intolleranza. Questo ulivo, fiero di non spogliarsi mai delle sue foglie, contribuirà a rendere i respiri più consapevoli, sguardi e cuori vigili dinanzi alla manifestazione di speranza dei suoi rami protratti verso il sole e alla richiesta di vita e di pace che ogni giorno, come una bandiera, la sua chioma saprà donare.

Il KKL, che è l’ente ambientalista più antico al mondo, da 119 anni lavora per rendere Israele, desertica un secolo fa, più verde e oggi, con oltre 250 milioni di alberi piantati, offre i risultati delle proprie ricerche nella cura del territorio a numerosi Paesi del Terzo Mondo e collabora con importanti istituzioni internazionali. Attraverso il proprio lavoro, il KKL vuole essere un messaggero di pace e sicurezza, perché attraverso l’amore e la cura dell’ambiente, si può esportare la pace e la fratellanza. Il popolo ebraico, che non ha mai smesso di ricordare ciò che è stato e che non dovrà essere mai più, guarda con ottimismo al futuro e l’albero vive per ricordare che dopo le tragedie c’è la rinascita.

“E’ bello condividere un ideale con un Museo così importante come il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo – ha dichiarato il Presidente KKL Italia Onlus, Sergio Castelbolognesi –Costruire un futuro migliore è possibile se guardiamo avanti e ci concentriamo sulla salvaguardia dell’ambiente e del pianeta. Piantando questo Ulivo vogliamo testimoniare l’unione e l’uguaglianza fra il popolo ebraico e il popolo italiano.  L’Ulivo è un monumento vivente che cresce, che vivrà decine e forse centinaia di anni e che ricorderà a ognuno di noi coloro che sono morti, ma soprattutto ci farà respirare la vita e ricordare che alla fine il bene prevale”.

Vicino all’Ulivo è stata posta la targa che recita: “Ulivo di Gerusalemme dono del KKL Italia Onlus piantato in occasione del Giorno della Memoria –  MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo – Affinché si possano mettere le radici contro l’odio e seminare un messaggio di pace. L’ulivo sarà monito per le generazioni future di trasmettere ciò che è stato. Per non dimenticare”.

Come puoi sostenerci

Leggi di più

Ricevi la nostra Newsletter

Clicca qui per iscriverti