KKL Italia Onlus

News

Come fare le pastiglie per la lavastoviglie in modo naturale

come fare pasticche lavastoviglie modo naturale

I detersivi per lavastoviglie in commercio sono inquinanti e dannosi per l’ambiente. Alcuni esperti sono preoccupati per gli effetti collaterali che il loro utilizzo potrebbe portare anche alla salute dell’uomo. Infatti, non è ancora bene chiaro quali danni, a lungo termine, possano causare i residui del detersivo sulle stoviglie che, a loro volta, sono a contatto con gli alimenti ingeriti.

Le sostanze presenti in maggior quantità nei detersivi sono i tensioattivi: sali di sodio e composti azotati. Ci sono anche i fosfati che sono tra i maggiori responsabili dell’eutrofizzazione delle acque.
Queste sostanze sono presenti in alcuni detersivi anche se in misura ridotta rispetto al passato. In generale però, in molti detersivi sono presenti addensanti, sbiancanti e antischiuma che sono sostanze altamente tossiche per l’ambiente.

Per ovviare a questo problema è possibile produrre in casa pastiglie per la lavastoviglie.

Occorrente: carbonato di sodio, il quale risulta essere un ottimo detergente,sodio borato o borace, un disinfettante naturale facilmente rintracciabile in farmacia. Anche il sale di Epson utile per contrastare la durezza dell’acqua, l’aceto, che consente di amalgamare correttamente tutti gli ingredienti tra loro, e il succolimone, che possiede caratteristiche detergenti e antibatteriche oltre alla fragranza profumata.

Dosi:

  • 2 tazze dicarbonato disodio
  • 1 tazza diboraceo sodio borato
  • ½ tazza disale di Epsomosale Koshero anchesale grosso
  • ½ tazza diaceto di vino bianco
  • 1 tazza di succo dilimoneo 20 gocce diolio essenziale di limone

Preparazione: Mescolare tutti gli ingredienti, con l’aiuto dell’aceto. Una volta ottenuta una pasta, dare la forma di pastiglia. Per donare questa forma è possibile utilizzare dei contenitori per i cubetti di ghiaccio.

Una volta inserito il composto nelle formine, mettere i contenitori ad asciugare al sole per almeno 24 ore.

Dopo l’essiccatura le pastiglie vanno rimosse econservate in un contenitore con tappo isolante, pronte per l’uso.

È evidente come l’inquinamento, in questo contesto, sia strettamente legato all’inquinamento dei detersivi. Ecco dunque un valido motivo per provare a fare le pastiglie in casa tentando di aiutare l’ambiente.

Come puoi sostenerci

Leggi di più

Iscriviti alla nostra Newsletter