La plastica non è tutta uguale, attenzione al riciclo

gennaio 10 2014

KKL | buste plastica riciclo ambiente La questione del riciclo è ormai tristemente nota per essere ingarbugliata e di difficile attuazione da parte degli utenti.

Occorre quindi trovare una modalità chiara e semplice che permetta a cittadino ed aziende di comprendere la reale efficacia della pratica del riciclo e donare “regole” che stabiliscano, una volta per tutte, cosa si può gettare nei vari contenitori, e nello specifico in quello adibito alla plastica, e cosa invece è assolutamente vietato perché vanifica il tentativo del riciclo stesso.

Sembra quindi chiaro che fino ad ora ciò che mancava era un modello standard per le procedure.

La soluzione sembra arrivare da l’Association of Postconsumer Plastic Recyclers e l’Istitute of Scrap Recycling Industries i quali stanno stilando un elenco di norme che consenta di regolamentare lo scarto di quelle che vengono chiamate “materie prime seconde” ossia quelle materie rilasciate dal processo di riciclo e che possono essere successivamente reintrodotte nella filiera dei processi produttivi.

È bene sottolineare che la plastica non è un unico materiale, quindi non esiste un unico tipo di plastica omogeneo. Con il termine “plastica” si intende un insieme di polimeri di vario tipo ed ogni insieme possiede proprie caratteristiche fisiche, chimiche e meccaniche che vanno trattate in maniera differente.

In sintesi occorre selezionare ogni tipologia di polimero e successivamente individuare la caratteristica che consenta di rimaneggiare questo materiale trasformandolo in altro materiale con la stessa caratteristica, ma che non sarà più vergine. Selezionando con molta attenzione, è possibile trasformare fino al 100% del rifiuto.

Giunti fin qui, è possibile quindi comprendere che tutti i tipi di plastica, accuratamente selezionati, potranno essere riciclati mediante una collaborazione tra tutti gli attori della filiera, dagli acquirenti ai venditori fino ad arrivare al cittadino.

Tag: ambiente, riciclo

Leggi le altre news su: Ecosostenibilità
Social