Israele, irrigazione intelligente che permette alle piante di decidere quando “bere”

maggio 16 2014

common sense irrigazione kkl

CommonSensor è un dispositivo wireless che funziona come sistema di irrigazione automatico che entra in funzione solo quando la pianta “ha sete”.

L’idea appartiene a Moshe Tzori, un contadino di 79 anni e fondatore di CommonSensor, una società di sensori di irrigazione.

Tzori deve la sua formazione agricola alla Scuola Kaduri nella bassa Galilea, stesso istituto in cui studiò anche Yitzhak Rabin.

Tzori ha dichiarato al magazine online ISRAEL21c: “La mia età può dare speranza alle persone che vogliono iniziare una start-up”.

Da sempre possiede familiarità con le tecnologie wireless, ed ha usato la sua esperienza pratica per progettare una tecnologia che rileva la sete di tutti i tipi di piante (alberi da frutto, verdura e molto altro).

Il dispositivo wireless può essere collocato in varie parti del frutteto per determinare quando gli alberi hanno bisogno di irrigazione.

In altre parole, con questo dispositivo sono le piante stesse a scegliere quando “bere”. A tal proposito ha commentato: “È ovvio che le piante in realtà non bevano come fanno le persone. L’uomo beve un caffè o una bibita, anche quando non ha sete. Le piante, però, non si comportano in questo modo, esse prendono acqua solo quando ne hanno bisogno”.

Tzori sottolinea anche l’importanza di trovare un equilibrio per il bene delle piante perché sia l’overwatering (ovvero dare troppa acqua) sia l’underwatering (non darne a sufficienza) può creare danni alla pianta stessa.

CommonSensor è stato fondato da Tzori e i suoi tre figli, tutti laureati al Technion-Israel Institute of Technology, nel 2001.

Nel corso degli anni il dispositivo è stato modificato ed implementato ed il CommonSensor, ad oggi,consente agli agricoltori di utilizzare meno acqua nelle proprie piantagioni.

Per non smettere mai di sperare, occorre considerare che a Moshe Tzori, l’idea del CommonSensor è venuta intorno all’età della pensione!

Tag: ambiente, Common Sense, irrigazione

Leggi le altre news su: Agricoltura
Social