Educazione 2.0, con il KKL diventa realtà!

dicembre 23 2013

SliderEducazione

Quando sentiamo nominare il Keren Kayemeth LeIsrael, la prima cosa che ci viene in mente è l’immensità di alberi di cui Israele è provvista. Tutto ciò è stato reso possibile grazie all’aiuto dei sostenitori che da oltre 100 anni collaborano con il KKL, sostenitori di progetti, dedicati all’ambiente, correlati alla realtà israeliana.

Un nuovo “proposito” si affaccia all’orizzonte e, questa volta, porta con sé un’entusiasmante missione rivolta, in primo luogo, ai ragazzi: l’educazione! “E-Learning” è il nome che il KKL Italia ha scelto per questa nuova avventura basata su una formazione ambientale, improntata su Israele. Come funziona?

Come ci spiega Ralph Di Segni, direttore di IsayWeb! e responsabile della realizzazione del nuovo sito web del KKL Italia Onlus, nella sezione “E-Learning” verranno rilasciati dei contenuti formativi e delle attività per tutte le scuole che vorranno partecipare. Le informazioni non riguarderanno esclusivamente gli studenti, ma anche i professori stessi che attingeranno dal materiale ludico e informativo per “imparare, giocando” (seguendo la filosofia del KKL).

Gli argomenti su cui verterà il blog saranno: ambiente e natura (contenenti argomentazioni sul risparmio idrico, sul riciclaggio, sul rimboschimento e sulla terra), Israele (la scoperta del territorio), le feste ebraiche e, per finire, il mondo del Keren Kayemeth LeIsrael. Un’idea innovativa, incentrata sull’utilizzo del web 2.0 che, al momento, è molto in voga tra i giovani e proprio per questo potrebbe invogliarli maggiormente alla sensibilizzazione verso temi di cui, purtroppo, nelle scuole, non se ne parla spesso. Come dice Raffaele Sassun, direttore del KKL Italia, “l’armonia tra uomo e natura viene costruita grazie, soprattutto, alla cultura”.

Sarà davvero così? La trasmissione culturale dei sopracitati temi porterà ad un incremento positivo nei riguardi della natura? Staremo a vedere!

Nel frattempo auguriamo un in bocca al lupo ai responsabili dell’iniziativa, Con l’auspicio che i giovani contribuiscano, come dicevano gli indiani d’America, a lasciare una terra migliore alle generazioni che verranno.

Miriam Spizzichino

Tag: Israele, Keren Kayemeth LeIsrael, kkl, kkl italia

Leggi le altre news su: KKL
Social