KKL Italia Onlus

News

Un ulivo per il Giorno della Memoria – Rassegna Stampa

Quotidiani-italiani

TV

TGRLAZIO Edizione della notte
minuto 2:30
http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/basic/PublishingBlock-5c4b55ab-ed8f-47b8-a641-ecdda0eede04.html

TG1
minuto 20.54
http://www.tg1.rai.it/dl/tg1/2010/edizioni/ContentSet-9b3ab64b-a1b3-4417-a042-62b844351833-tg1.html

GR Lazio Edizione delle 12.10
MINUTO 09:45
http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/basic/PublishingBlock-5c4b55ab-ed8f-47b8-a641-ecdda0eede04.html

AGENZIE

OmniRoma, mercoledÏ 20 gennaio 2016
Omniroma-SHOAH, PIANTATO ULIVO DI GERUSALEMME IN CORTILE LICEO GIULIO CESARE (OMNIROMA) Roma, 20 GEN – Si Ë svolta oggi nel cortile del liceo Giulio Cesare, la cerimonia di piantumazione di un ulivo di Gerusalemme in memoria delle vittime delle leggi razziali, donato dal Kkl Italia Onlus, nell’ambito della celebrazione del giorno della memoria, alla presenza del ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, dell’ambasciatore d’Italia in Israele, Francesco Maria TalÚ, dell’ambasciatore d’Israele in Italia, Naor Gilon, del dirigente scolastico del liceo, Micaela Ricciardi, e del presidente di Kkl Italia Onlus, Raffaele Sassun. Ai piedi dell’ulivo, una targa che recita: “La scuola educa alla memoria. L’ulivo sia monito alle generazioni future, per non dimenticare insegnanti e studenti ebrei espulsi per le leggi razziali”. Sassun ha ringraziato i presenti perchÈ “in questo liceo, testimone di questi orrendi crimini, oggi Ë il giorno in cui ricordiamo la pi˘ grande tragedia della storia: la Shoah. La scelta di questo liceo non Ë casuale perchÈ l’ulivo e la targa sono in ricordo di insegnanti e studenti ebrei espulsi dalle scuole”. Sassun ha poi spiegato: “Piantare un albero Ë un bel modo per combattere la solitudine e nella tradizione ebraica Ë simbolo di pace, fratellanza e amore verso la terra”. “L’idea di questa iniziativa Ë nata un anno fa – ha dichiarato Francesco Maria TalÚ – quando da ex studente del Giulio Cesare partecipai alla celebrazione degli 80 anni della scuola e vidi una targa in memoria di due alunni espulsi a seguito delle legge razziali, per questo proposi di piantare un albero in memoria dei fratelli Finzi”. » poi intervenuto Naor Gilon, sostenendo che “l’albero rappresenta i valori con cui i figli di Israele devono crescere e la memoria Ë una parte fondante di questi valori. Come ha detto Papa Francesco, il passato ci deve servire da lezione per il presente e il futuro”. Durante l’incontro ha preso la parola anche Mario Finzi, parente dei due ragazzi deportati nel liceo, seguito da Emma Marino, espulsa dalla scuola elementare di San Lorenzo a causa delle legge razziali nel 1938, che ha raccontato la sua esperienza: “Sulla mia pagella c’era scritto ‘razza ebraica’, nella mia scuola – dopo la mia espulsione – c’era scritto che ero assente per malattia e non ero mai tornata”. Una testimonianza Ë stata portata, a nome degli studenti, anche da una studentessa del liceo, Federica Fontana. Presente in sala anche la presidente della comunit‡ ebraica, Ruth Dureghello. La cerimonia Ë stata chiusa dall’intervento del ministro Giannini che si Ë chiesta se “serve a qualcosa l’esercizio costante di riflessione e recupero di quel tragico momento? Credo fermamente di sÏ – ha risposto – e lo vediamo anche con la piantumazione di oggi: piantare un albero Ë anche un atto di amore fraterno che invoca una attesa di pace, libert‡ e giustizia che la nostra cultura ha consolidato nei secoli e che Ë stata ferita dalla Shoah”. La cerimonia di oggi, ha aggiunto, Ë una cosa che “facciamo qua oggi e lo facciamo in tutta la scuola italiana, da tempo, intensificando di anno in anno il nostro impegno con un lavoro che si fa in maniera silente tutto l’anno e che ha un momento simbolico come questo, perchÈ anche gli atti simbolici e i riti hanno un valore”.
201435 GEN 16

AskaNews, mercoledÏ 20 gennaio 2016 Shoah, al Giulio Cesare di Roma ulivo monito contro leggi razziali

Giannini: atto amore per ribadire valori pace, libert‡ e giustizia
Roma, 20 gen. (askanews) – Un ulivo in memoria di insegnanti e studenti vittime delle persecuzioni razziali piantato nel giardino del Liceo classico “Giulio Cesare” di Roma, da dove nel 1938 a causa delle leggi razziali vennero cacciati i fratelli Finzi, Enrico e Luciana, ex alunni dell’Istituto, deportati ad
Auschwitz il 16 ottobre 1943 e mai tornati. La cerimonia si Ë svolta oggi, nell’ambito della Giornata della Memoria in ricordo della Shoah, con il ministro dell’Istruzione, dell’Universit‡ e della Ricerca Stefania Giannini: “L’esercizio costante di recuperare la memoria della Shoah serve, lo credo fermamente, e l’atto che facciamo Ë un atto d’amore per la natura, ma anche un atto d’amore fraterno che invoca e ribadisce i valori della pace, della libert‡ e della giustizia che sono stati intaccati e feriti nella tragedia della Shoah”, da detto Giannini.

“In Italia sta crescendo l’attenzione e la consapevolezza su questi fatti: nel 2015 le visite di italiani al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau sono state 70mila, di cui l’85% studenti. Oggi piantare questo albero – ha continuato il ministro – vuol dire l’impegno di tutta la scuola italiana che da questa scuola prende una responsabilit‡ educativa, che affidiamo a tutte le scuole, dove da tempo intensifichiamo di anno in anno il nostro impegno. » un lavoro che si fa in maniera silente e quotidiana. Sono valori che abbiamo solidi nella nostra mente, ma che dobbiamo costantemente tenere vicini”. L’albero provenie da Gerusalemme ed Ë stato donato dal Keren Kayemeth LeIsrael Onlus (KKL), la pi˘ antica organizzazione ecologica al mondo che da oltre un secolo opera per lo sviluppo, la bonifica e il rimboschimento della Terra di Israele. All’evento hanno partecipato anche il presidente del KKL Italia Onlus Raffaele Sassun, l’ambasciatore d’Italia in Israele Francesco Maria TalÚ (ex alunno del Giulio Cesare), rappresentanti della Comunit‡ ebraica romana e l’ambasciatore d’Israele in Italia, Naor Gilon. “L’albero – ha detto Gilon – rappresenta i valori con cui i figli d’Israele devono crescere e la memoria Ë una parte fondamentale di questi valori. Ricordare il dramma della Shoah ci deve servire a costruire un futuro fondato sulla giustizia, sui valori di solidariet‡ e sulla necessit‡ di combattere ogni forma di discriminazione. In primis l’antisemitismo contemporaneo, che molto spesso cerca una nuova legittimit‡ nella critica a Israele”, ha concluso l’ambasciatore.

Ai piedi dell’ulivo Ë stata scoperta una targa commemorativa, che recita: “La scuola educa alla memoria. L’ulivo sia monito alle generazioni future, per non dimenticare insegnanti e studenti ebrei espulsi per le leggi razziali”.

La Presse, mercoledì 20 gennaio 2016

LPN-Scuola, Giannini: Oggi piantato ulivo in ricordo vittime leggi razziali

Roma, 20 gen. (LaPresse) – “Oggi al liceo Giulio Cesare Roma piantato ulivo in ricordo vittime leggi razziali. Radice che diventa germoglio e segnale di vita “. Lo scrive su Twitter la ministra dell’Istruzione Stefania Giannini.

ANSA NAZIONALE, mercoledÏ 20 gennaio 2016
Shoah:Giannini,impegno scuola quotidiano,tenere vivi valori

Shoah:Giannini,impegno scuola quotidiano,tenere vivi valori Piantato ulivo in liceo Roma in memoria di studenti espulsi
(ANSA) – ROMA, 20 GEN – “La comunita’ educativa scolastica intensifica di anno in anno il suo impegno” nel ricordare i temi della Shoah. “E’ un lavoro che si fa in maniera silente tutto l’anno e poi si celebra in questi giorni, e’ un atto che mette il nostro paese in una posizione importante nella comunita’ internazionale, di grande responsabilita’. I valori costruiti nel secolo scorso, e poi messi in dubbio, ora sono solidi ma bisogna costantemente tenerli vivi”. “Credo fermamente che il recupero della Memoria serva”. Cosi’ il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, agli studenti del liceo Giulio Cesare di Roma che oggi, alla vigilia della Giornata della Memoria, hanno piantato un ulivo in memoria dei fratelli Finzi – ex alunni, espulsi da scuola e poi deportati ad Auschwitz il 16 ottobre 1943 – e di tutte le vittime di persecuzioni razziali. “Questo gesto – ha osservato Giannini – e’ un atto di amore fraterno”, che “ribadisce i valori di pace, liberta’ e giustizia, feriti nella catastrofe mondiale della Shoah”. L’albero, proveniente da Gerusalemme, e’ stato donato dall’organizzazione ecologica Keren Kayemeth LeIsrael Onlus. “Oggi – ha osservato il presidente di KKL Italia, Raffaele Samsun – non abbiamo davanti a noi un orizzonte cosi’ nero come quello del 1930. La Shoah ci sembra una cosa lontanissima. Ma e’ oggi che abbiamo il dovere di combattere le minacce del momento. Non voltiamo le spalle agli atti di bullismo e violenza. Cerchiamo di diventare parte attiva nel processo di miglioramento della nostra societa'”. Secondo l’ambasciatore d’Israele in Italia Naor Gilon, “ricordare il dramma della Shoah ci deve servire a costruire un futuro fondato sulla giustizia, sui valori di solidarieta’ e sulla necessita’ di combattere ogni forma di discriminazione”. Prima della cerimonia di piantumazione, l’ambasciatore d’Italia in Israele, Francesco Maria Talo’, ha sottolineato “l’importanza di dedicare quest’albero a questi due ragazzi che sono simbolo di tutti i ragazzi” perseguitati e allontanati da scuola a causa delle leggi razziali. “E’ impossibile – ha concluso – riparare un’ingiustizia” come quella della Shoah. “Oggi si compie un piccolo atto riparatore ed e’ compito di
ciascuno di noi e’ rendere il mondo un po’ migliore”.(ANSA).

ANSA LAZIO, mercoledÏ 20 gennaio 2016
Shoah:Giannini,impegno scuola quotidiano,tenere vivi valori
Shoah:Giannini,impegno scuola quotidiano,tenere vivi valori Piantato ulivo in liceo Roma in memoria di studenti espulsi
(ANSA) – ROMA, 20 GEN – “La comunita’ educativa scolastica intensifica di anno in anno il suo impegno” nel ricordare i temi della Shoah. “E’ un lavoro che si fa in maniera silente tutto l’anno e poi si celebra in questi giorni, e’ un atto che mette il nostro paese in una posizione importante nella comunita’ internazionale, di grande responsabilita’. I valori costruiti nel secolo scorso, e poi messi in dubbio, ora sono solidi ma bisogna costantemente tenerli vivi”. “Credo fermamente che il recupero della Memoria serva”. Cosi’ il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, agli studenti del liceo Giulio Cesare di Roma che oggi, alla vigilia della Giornata della Memoria, hanno piantato un ulivo in memoria dei fratelli Finzi – ex alunni, espulsi da scuola e poi deportati ad Auschwitz il 16 ottobre 1943 – e di tutte le vittime di persecuzioni razziali. “Questo gesto – ha osservato Giannini – e’ un atto di amore fraterno”, che “ribadisce i valori di pace, liberta’ e giustizia, feriti nellacatastrofe mondiale della Shoah”. L’albero, proveniente da Gerusalemme, e’ stato donato dall’organizzazione ecologica Keren Kayemeth LeIsrael Onlus. “Oggi – ha osservato il presidente di KKL Italia, Raffaele Samsun – non abbiamo davanti a noi un orizzonte cosi’ nero come quello del 1930. La Shoah ci sembra una cosa lontanissima. Ma e’ oggi che abbiamo il dovere di combattere le minacce del momento. Non voltiamo le spalle agli atti di bullismo e violenza. Cerchiamo di diventare parte attiva nel processo di miglioramento della nostra societa'”. Secondo l’ambasciatore d’Israele in Italia Naor Gilon, “ricordare il dramma della Shoah ci deve servire a costruire un futuro fondato sulla giustizia, sui valori di solidarieta’ e sulla necessita’ di combattere ogni forma di discriminazione”.
Prima della cerimonia di piantumazione, l’ambasciatore d’Italia in Israele, Francesco Maria Talo’, ha sottolineato “l’importanza di dedicare quest’albero a questi due ragazzi che sono simbolo di tutti i ragazzi” perseguitati e allontanati da scuola a causa delle leggi razziali. “E’ impossibile – ha concluso – riparare un’ingiustizia” come quella della Shoah. “Oggi si compie un piccolo atto riparatore ed e’ compito di ciascuno di noi e’ rendere il mondo un po’ migliore”.(ANSA).

ADN Kronos, mercoledÏ 20 gennaio 2016
SHOAH: GIANNINI, 70 MILA VISITATORI ITALIANI AD AUSCHWITZ SOLO NEL 2015
Il ministro dell’Istruzione, circa l’80% sono studenti
Roma, 20 gen. (AdnKronos) – Sono 70 mila i visitatori italiani che hanno visitato i campi di sterminio di Auschwitz solo nel 2015. Lo ha riferito il ministro dell’Istruzione dell’Universit‡ e della Ricerca Stefania Giannini, a margine della cerimonia per la piantumazione di un Ulivo di Gerusalemme, celebrata oggi nell’aula magna del liceo classico statale di Roma ”Giulio Cesare”, in memoria delle vittime delle leggi razziali, donato dal Kkl Italia Onlus nell’ambito della celebrazione del Giorno della Memoria.
Di questi 70 mila visitatori, spiega Giannini, ”circa l’80% sono studenti, quindi una cifra importante. Questo Ë l’effetto moltiplicatore delle attivit‡ che si svolgono a scuola. Il viaggio della memoria organizzato dal Miur Ë solo la punta dell’iceberg: nella quotidianit‡ dell’attivit‡ educativa scolastica si entra in questo tema in maniera corretta, non solo come ricordo cartaceo di una parte di storia remota per i ragazzi, ma come attivazione di valori quali libert‡, tolleranza e uguaglianza a cui non bisogna mai rinunciare”.
Appena rientrata dal viaggio con gli studenti a Cracovia e ad Auschwitz, Giannini racconta ai cronisti che tra i ricordi che più l’hanno colpita c’Ë ”la serata in cui i sopravvissuti hanno raccontato la loro esperienza e in cui spiegano, rivolgendosi direttamente ai ragazzi, che cosa significa veder cambiare la propria vita all’improvviso e senza alcuna spiegazione con un atto di ferocia mirato al viaggio della ‘morte’ che -conclude il ministro dell’Istruzione- per fortuna per loro non Ë stato tale ma che poi ha comportato enormi sofferenze”.

Dire Sociale, mercoledÏ 20 gennaio 2016
SHOAH. A LICEO GIULIO CESARE ROMA, TESTIMONIANZE E PIANTUMAZIONE ALBERO -2-
(DIRE-DIREGIOVANI) Roma, 20 gen. –
La storia della Shoah, secondo Magiar, intervenuto durante la conferenza, “e’ la storia dei profughi, dei rifugiati, la storia che si ripete”. Sono intervenuti anche l’ambiasciatore d’Italia in Israele, Francesco Maria Talo’ e d’Israele in Italia, Naor Gilon, che ha ricordato l’importanza di combattere “ogni forma di discriminazione. In primis l’antisemitismo contemporaneo che, molto spesso, cerca una nuova legittimita’ nella critica a Israele”. “Il ministro Giannini compie oggi un atto riparatore, perche’ tanti anni fa un altro ministro volto’ le spalle agli studenti” ha dichiarato ancora Gilon.La conferenza si e’ conclusa con la cerimonia di piantumazione di un ulivo nel cortile dell’istituto. “Piantare un albero, nella cornice del KKL, ma anche nella nostra sensibilita’, qui, oggi, e’ un atto di amore fraterno che ribadisce con forza i valori di pace, liberta’ e giustizia”, ha dichiarato Giannini.

ADN Kronos, mercoledÏ 20 gennaio 2016
SHOAH: AL LICEO GIULIO CESARE PIANTATO ULIVO IN MEMORIA VITTIME LEGGI RAZZIALI =
Il presidente del Kkl Italia Sassun, per non dimenticare insegnanti e studenti ebrei espulsi da scuole
Roma, 20 gen. (AdnKronos) – ”Nella tradizione ebraica piantare un albero Ë simbolo di pace, fratellanza e amore verso la terra, perchÈ rappresenta la continuit‡ della vita. L’albero Ë un monumento vivente: ricorda i morti ma respira la vita allo stesso tempo. Poi, a differenza di noi uomini, con gli anni cresce e la sua bellezza
aumenta”. CosÏ il presidente del Kkl Italia Onlus Raffaele Sassun, nel corso della cerimonia per la piantumazione di un Ulivo di Gerusalemme che si Ë celebrata oggi al liceo classico statale ‘Giulio
Cesare’, in memoria delle vittime delle leggi razziali, donato dal Kkl Italia Onlus nell’ambito della celebrazione del Giorno della Memoria.
Presenti nell’aula magna dell’Istituto, Stefania Giannini, Ministro dell’Istruzione, dell’Universit‡ e della Ricerca, Francesco Maria TalÚ, Ambasciatore d’Italia in Israele, Naor Gilon, Ambasciatore
d’Israele in Italia, Micaela Ricciardi, dirigente Scolastico, il rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni e il presidente della Comunit‡ ebraica di Roma Ruth Dureghello. Tra le testimonianze quelle di Mario Finzi, familiare di due ex alunni del liceo e di Emma Marino, studentessa espulsa dalla scuola causa delle leggi razziali. Qui in questa aula, in questo liceo, testimone anche esso di questi orrendi crimini -prosegue Sassun – Ë il giorno in cui ricordiamo la pi˘ grande tragedia della storia degli esseri umani, la Shoah. La scelta del Liceo Giulio Cesare non Ë casuale: l’ulivo di Gerusalemme e la targa commemorativa, donati dal Kkl, sono in ricordo di insegnanti e studenti ebrei espulsi dalle scuole a causa delle leggi razziali”. (segue)

ADN Kronos, mercoledÏ 20 gennaio 2016
SHOAH: AL LICEO GIULIO CESARE PIANTATO ULIVO IN MEMORIA VITTIME LEGGI RAZZIALI (2) =
(AdnKronos) – ”Inoltre ricordiamo i fratelli Enrico e Luciana Finzi, studenti del Giulio Cesare, cacciati da questo istituto e deportati ad Auschwitz il 16 ottobre 1943 e mai pi˘ tornati -conclude- Si dice che per comprendere la storia, per capirla e assimilare il suo insegnamento, bisogna renderla presente”. ‘L’idea di questa iniziativa, Ë nata oltre un anno fa quando da ex studente del Liceo Giulio Cesare -spiega Francesco Maria TalÚ, Ambasciatore d’Italia in Israele- partecipai alla celebrazione degli 80 anni della scuola. Entrando nel mio vecchio Liceo vidi una targa che 40 anni fa, non c’era, in memoria di due alunni espulsi a seguito delle leggi razziali”. ”Decisi allora di dedicare anche a questo episodio il mio intervento e proposi di piantare un albero in memoria dei fratelli Finzi -dice- e grazie al Kkl e all’entusiasmo della preside Ricciardi abbiamo realizzata l’iniziativa. In pochi giorni sono riuscito a coinvolgere il ministro Giannini, che ne ha compreso la portata storica”. (segue)

ADN Kronos, mercoledÏ 20 gennaio 2016
SHOAH: AL LICEO GIULIO CESARE PIANTATO ULIVO IN MEMORIA VITTIME LEGGI RAZZIALI (3) =
(AdnKronos) – ”Sono convinto dell’estrema importanza della sua partecipazione alla cerimonia -conclude l’Ambasciatore d’Italia in Israele- non solo perchÈ essa Ë avvenuta all’indomani del suo viaggio con gli studenti ad Auschwitz e ad una settimana dal Giorno della Memoria, ma soprattutto perchÈ si tratta di un gesto con cui un Ministro dell’Istruzione rende omaggio a tutti gli studenti che, a seguito della norma applicata nel 1938, furono vergognosamente espulsi da tutte le scuole del Regno. » importante adesso riflettere su un
gesto in omaggio a tanti connazionali traditi dalla loro patria nel 1938”. ”L’albero rappresenta i valori con cui i figli di Israele devono crescere -prosegue Naor Gilon, Ambasciatore d’Israele in Italia- e la memoria Ë una parte fondante di questi valori. Come ha detto Papa Francesco domenica, in visita alla Sinagoga di Roma, ‘il passato ci deve servire da lezione per il presente e per il futuro”’. ”Ricordare il dramma della Shoah ci deve servire a costruire un futuro fondato sulla giustizia, sui valori di solidariet‡ e sulla necessit‡ di combattere ogni forma di discriminazione -conclude l’Ambasciatore di Israele in Italia- In primis, l’antisemitismo contemporaneo che, molto spesso, cerca una nuova legittimit‡ nella critica ad Israele”.

ONLINE

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/16_gennaio_20/giornata-memoria-piantato-l-ulivo-liceo-giulio-cesare-16783bbe-bfa8-11e5-b186-10a49a435f1d.shtml
http://roma.corriere.it/foto-gallery/cronaca/16_gennaio_20/ulivo-memoria-liceo-giulio-cesare-dcd376ca-bfa8-11e5-b186-10a49a435f1d.shtml?fromArticle=true
http://m.repubblica.it/mobile/r/locali/roma/cronaca/2016/01/20/foto/shoah_al_liceo_giulio_cesare_un_ulivo_per_la_memoria-131687647#2
http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/shoah_piantato_ulivo_cortile_liceo_giulio_cesare-1495655.html
http://roma.repubblica.it/cronaca/2016/01/20/foto/shoah_al_liceo_giulio_cesare_un_ulivo_per_la_memoria-131687647/1/#1
http://www.corriere.it/scuola/secondaria/16_gennaio_20/titolo-838ca6fe-bf6c-11e5-b186-10a49a435f1d.shtmlhttp://www.diregiovani.it/rubriche/mondo-scuola/46874-giannini-viaggio-memoria-scuola-studenti-sho.dg

http://www.ilmattino.it/primopiano/cronaca/shoah_piantato_ulivo_cortile_liceo_giulio_cesare-1495775.htmlhttp://www.askanews.it/servizi-pcm/autonomie-locali/giornata-memoria-domani-giannini-al-liceo-giulio-cesare-di-roma_711711122.htm

http://www.askanews.it/servizi-pcm/autonomie-locali/shoah-al-giulio-cesare-di-roma-ulivo-monito-contro-leggi-razziali_711712024.htm

http://www.lapresse.it/politica/scuola-giannini-oggi-piantato-ulivo-in-ricordo-vittime-leggi-razziali-1.824321

http://www.agenziacomunica.net/2016/01/20/biblioshoah-per-il-giorno-della-memoria/
http://roma.virgilio.it/notizielocali/giornata_della_memoria_piantato_l_ulivo_al_liceo_giulio_cesare-47613746.html
http://247.libero.it/rfocus/25040227/1/giornata-della-memoria-piantato-l-ulivo-al-liceo-giulio-cesare/http://www.makemefeed.com/2016/01/21/giornata-della-memoria-piantato-lulivo-al-liceo-giulio-cesare-1144071.html

http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs190116bis

http://www.orizzontescuola.it/news/giornata-della-memoria-domani-ministro-giannini-al-liceo-giulio-cesare-roma-commemorare-vittimehttp://roma.repubblica.it/dettaglio-news/roma-14:35/44559

http://www.tecnicadellascuola.it/item/17216-giannini-a-roma-per-la-giornata-della-memoria-e-faraone-a-pescara-a-convegno.html

https://twitter.com/stegiannini?lang=it
https://twitter.com/francescom_talo?lang=it
http://www.roma2oggi.it/?p=48155http://moked.it/blog/2016/01/20/al-lavoro-per-la-memoria-viva/

http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=71693

http://www.lapresse.it/politica/scuola-il-ministro-giannini-il-concorso-sara-bandito-ragionevolmente-entro-febbraio-1.82432

il messaggero
larepubblica
l'unità
corsera
corsera 2
larepubblica20genn
leggo 20genn

Come puoi sostenerci

Leggi di più

Iscriviti alla nostra Newsletter