KKL Italia Onlus

News

27 gennaio 2015: la Memoria si colora di verde

DSC00987

In occasione dellaGiornata della Memoria, martedì 27 gennaio 2015, presso il Liceo Statale Gelasio Caetani, si è tenuta la cerimonia di piantagione di un Ulivo di Gerusalemme e la posa di una targa donati dal KKL Italia Onlus.

Il 27 gennaio è il giorno in cui ricordiamo la più grande tragedia della storia degli esseri umani, la Shoah. Si dice – ha dichiarato il Presidente del KKL Italia Onlus Raffaele Sassun durante la conferenza rivolgendosi ai ragazzi – che per imparare la storia, per capirla e assimilare il suo insegnamento, bisogna renderla presente. Domani sarete chiamati ad educare le prossime generazioni, avete scelto un piano di studi che implica anche una scelta di vita. Rendiamo la lezione presente: non voltiamo le spalle davanti agli atti di bullismo e di vandalismo. Non abbandoniamo i nostri amici a loro stessi, diventiamo parte attiva nel processo di miglioramento della nostra società. È un lavoro continuo, giorno dopo giorno, ma solo così potremo dire NEVER AGAIN, MAI PIU’. Non lasciate che la solitudine vinca sugli uomini, sull’ambiente, sull’Italia, sulla civiltà. Piantare un albero è il più bel modo di ricordare qualcuno. L’albero è un monumento vivente, ricorda i morti ma respira la vita allo stesso tempo. A differenza di noi uomini con gli anni cresce e la sua bellezza aumenta. Cari ragazzi, piantate nuovi alberi, fateli crescere, seguiteli ma soprattutto coccolateli, perché la vita portata avanti dal nuovo albero ci aiuta a ricordare e a migliorare”.

Una giornata particolare in cui si è ricordato il dolore e la tragedia, ma anche la vita: come quella vissuta da chi grazie ai “Giusti fra le Nazioni” che in quei difficili momenti hanno comunque saputo riconoscere l’ingiustizia e le sofferenze di uno solo o di tanti e se ne sono fatti carico.

Come ha testimoniato il Prof. Andrea Vignati pronipote di Mara Villani, una Giusta fra le Nazioni, raccontando la storia che narra le vicende delle Signore Rosanna e Piera Fiorentini che frequentarono appunto l’Istituto Caetani: Rosanna si è salvata e Piera invece deportata e deceduta a Birkenau.

Alla cerimonia erano presenti circa 100 alunni, il Presidente KKL Italia Onlus Raffaele Sassun, il Prof. Andrea Vignati, il Vice Capo Missione Amb. Dan Haezrachy, due rappresentanti del Gruppo di Lavoro del KKL Italia Onlus di Roma Bruno di Gioacchino e Letizia Piperno, il Dirigente Scolastico Nando Nardoni, le professoresse Anna Claudia Rotondale, Meloni e Pescosolido. Si è tenuta prima una conferenza in Aula Magna dove è stato proiettato un filmato realizzato dalla scuola per ricordare la Signora Fiorentini. Successivamente nel cortile della scuola è stata recitata la Preghiera per la Piantagione dell’Ulivo, i presenti hanno messo a dimora l’albero e infine è stata scoperta la targa posta nell’Aula Magna dell’Istituto Caetani.

La scuola attraverso l’istruzione e l’educazione svilupperà nei giovani il loro senso di identità, la memoria e l’Ulivo piantato saranno monito per le future generazioni di trasmettere ciò che è stato, per non dimenticare.

no images were found

Come puoi sostenerci

Leggi di più

Iscriviti alla nostra Newsletter