KKL Italia Onlus

News

Il Violinista sul Tetto. Spettacolo teatrale a Milano

kkl violinista sul tetto spettacolo teatrale milano

Il 21 Settembre, al Teatro Franco Parenti di Milano, si è tenuto l’appuntamento annuale di raccolta fondi del Keren Kayemeth milanese. Quest’anno la scelta è caduta sul musical teatrale “Il Violinista sul Tetto”, tratto dai racconti scritti dal più noto degli autori classici yiddish, Sholem Aleichem. Il musical è stato interpretato dalla Compagnia teatrale genovese Gli Amici di Jachy, i cui componenti si sono perfettamente calati nei personaggi e nel contesto storico che, per loro innata sensibilità,hanno scelto di portare sul palcoscenico; hanno recitato in maniera eccellente cogliendo nel profondo lo spirito della tradizione, non senza la caratteristica ironia che la contraddistingue. Nella drammatica ondata di antisemitismo, in cui frequenti pogrom si succedono nella Russia zarista, nello Shtetl di Anatevka si svolge la storia di Tevye il lattaio, della sua famiglia e della piccola comunità ebraica locale: Tevye, il protagonista, interpretato magistralmente da Pietro Barbieri, con la sua simpatia, bontà e autorevolezza degna di un capofamiglia di quei tempi, ci ha fatto vivere tutta la sua storia appassionante..… il risultato? Per il KKL Italia Onlus ha significato poter donare cinque Rifugi Mobili alla popolazione civile che abita nelle città limitrofe alla striscia di Gaza e nel centro Sud di Israele; purtroppo, dopo l’ultimo conflitto si è resa urgente l’installazione di questi rifugi in tutte le località dove il tempo necessario a raggiungerli è di solo dai 15 ai 90 secondi dal suono delle sirene: il rifugio mobile spesso significa la differenza tra la vita e la morte. Per quanto riguarda, invece, l’”effetto spettacolo”, vorrei rispondere con le eloquenti parole che ci ha scritto a fine spettacolo Paolo Pignero, il regista del Musical.

Abbiamo vissuto un anno intenso, girando per

tutta l’Italia con questo nostro lavoro che ha dato ad alcuni di noi ed al

pubblico che ci è venuto a vedere , la possibilità di avvicinarsi ed

approfondire la vostra cultura, la vostra storia che è anche la nostra ed i

vostri “costumi” . Abbiamo avuto molti applausi, molti sorrisi e qualche

lacrima e la certezza di aver raccontato, come sappiamo fare noi, una

storia di uomini e donne che nonostante la povertà, la fame, le violenze, i

soprusi hanno saputo portare avanti un’esistenza di grande dignità, con uno

sguardo al futuro ed uno alle proprie antichissime “traditions” ….. Ah,

sapessimo farlo tutti !!!!

Al prossimo appuntamento tutto KKL!

Paola Avigail Senigaglia

no images were found


Come puoi sostenerci

Leggi di più

Iscriviti alla nostra Newsletter