KKL Italia Onlus

News

La ricerca industriale è necessaria per il mondo del riciclo

ricerca industriale packaging sostenibile

Sembra ormai un paradosso: si è arrivati a produrre tipi di packaging difficili da riciclare per poi premiare l’industria che trova comunque il modo di riciclarlo.

L’industria del riciclo deve risolvere nuove problematiche legate alla creazione di nuovi design di prodotti e imballaggi. Un altro compito è quello di cercare di rendere sempre più efficiente ed utile il riciclo stesso,mediante lo studio di soluzioni che riescano a rendere compatibili diversi materiali già oggi in commercio.

Quest’ultimo è il motivo per cui sono stati creati dei materiali chiamati “compatibilizzanti”. Si tratta di additivi che permettono di lavorare miscele di polimeri intrinsecamente incompatibili e difficili da separare.

L’obiettivo è quello di rendere sostenibile il packaging dato che sempre più oggetti vengono dotati di packaging accattivanti per fare presa sul consumatore.

Cosa accade all’imballaggio di un oggetto che, una volta che ha conquistato l’attenzione del consumatore, successivamente, compra il prodotto? La risposta è semplice: il contenitore viene di fatto gettato via senza prestare la dovuta attenzione alla sua composizione.

L’idea di fondo è quella di progettare i contenitori in modo che siano prodotti in modo sostenibile.

L’idea più innovativa oggi è di Finatn Recycling Awards: un concorso promosso dall’associazione internazionale dei produttori di etichette autoadesive rivolto ai trasformatori e agli utenti finali che riescano a produrre programmi dedicati al riciclo della carta, sottraendoli così alla discarica.

La giuria, severa, valuterà i progetti sulla base di criteri suddivisi in tre categorie:

  • risultati ottenuti (volume e percentuale di prodotto riciclato),
  • comunicazione e promozione,
  • innovazione ed apertura di nuovi mercati.

Risulta auspicabile oltre che assolutamente necessario fare fronte a questo tipo di problema.

Come puoi sostenerci

Leggi di più

Iscriviti alla nostra Newsletter