KKL Italia Onlus

News

Misurazione ghiacci polari: aumenta lo spessore

KKL | ghiacci polari aumento spessore

Lo spessore dei ghiacci artici è in netto aumento rispetto ad altre misurazioni pubblicate circa due anni fa, quando toccarono il minimo assoluto.

Alcuni ricercatori della Marina Militare statunitense hanno evidenziato come lo spessore dei ghiacci artici sia in netto aumento rispetto agli anni precedenti.

Si tratta di un recupero davvero significativo in tempi di Global Warming.

Lo spessore dei ghiacci artici è legato principalmente alla temperatura, l’estensione dei ghiacci marini dipende da altre cause, quali la direzione dei venti dominanti e le variazioni locali delle correnti oceaniche.

Nei mesi autunnali, ilghiaccio nella regione Articaè aumentato in modo notevole, fino a raggiungere 9.000 metri cubi contro i 6.000 dello stesso periodo del 2012.

Alcuni dati che arrivano dal satellite Cryosat, lanciato nel 2010 dall’Agenzia Spaziale Europea (Esa) per misurare lo spessore dei ghiacci polari, sottolineano come sia la prima volta che i ghiacci tornino ad aumentare.

Nonostante questo aumento però, gli studiosi tengono a sottolineare che purtroppo non si tratta di una inversione di tendenza rispetto a quella registrata alla fine degli anni ’80. Basti pensare che all’inizio degli anni ’80 il volume dei ghiacci era di circa 20.000 chilometri cubi. Il livello attuale, invece, è il più basso degli ultimi 30 anni.

A titolo esemplificativo, si può tentare di spiegare l’aumento dei ghiacci, focalizzando l’attenzione sul cumulo di strati sopravvissuti allo scioglimento, che sono i responsabili di circa il 90% dell’aumento stesso.

Come puoi sostenerci

Leggi di più

Iscriviti alla nostra Newsletter