KKL Italia Onlus

News

Camminando sulle orme di Yitzhak Rabin

Rabin

Il KKL e l’Yitzhak Rabin Center, per il secondo anno consecutivo, hanno unito le proprie forze per commemorare il 18° anniversario dell’ assassinio del Primo Ministro, organizzando delle attività nel Rabin Park sulle colline di Gerusalemme.

Se fosse possibile chiedere al Primo Ministro Yitzhak Rabin come lui preferirebbe che lo si commemorasse, è ragionevole supporre che opterebbe per una giornata intera dedicata a camminare, esplorare ed incontrarsi per cantare tutti insieme.

Questo non è stato un giorno di dolore e di lutto, ma un evento dedicato all’affermazione della vita, con migliaia di persone che hanno passeggiato, ripercorrendo le orme di Yitzhak Rabin nel Rabin Park.

Migliaia di studenti, soldati e famiglie provenienti da tutto Israele si sono incontrati per camminare lungo i sentieri che Rabin amava, e per i quali aveva combattuto.

Lungo la strada, sempre in compagnia, i visitatori hanno cantato le canzoni tradizionali israeliane più amate di cui Rabin era un simbolo. “Siamo venuti insieme oggi per dichiarare forte e chiaro che stiamo seguendo le orme di Rabin”, ha detto il Presidente mondiale del KKL Efi Stenzler, che ha partecipato agli eventi di questo giorno speciale. Il Presidente ha anche aggiunto: “Né la democrazia, né i valori in cui crediamo, né la speranza di pace potranno mai essere uccisi”.

Il Rabin Park si estende su una superficie di circa 25.000 dunam (circa 6.250 ettari), ed i suoi boschi sono disseminati di posizioni fortificate e percorsi per i convogli, dai giorni della Guerra di Indipendenza di Israele. I partecipanti sono arrivati ​​in gruppi organizzati oppure con le proprie famiglie per esplorare la zona a piedi, in bicicletta o in auto. Hanno preso una varietà di percorsi diversi, ognuno dei quali offriva magnifici paesaggi, siti storici ed attività speciali legate a Yitzhak Rabin e alla sua eredità.

Questi sono i luoghi in cui mio padre ha combattuto fianco a fianco con i suoi compagni del Palmach. Qui è dove il suo personaggio è stato forgiato, la sua personalità si è formata e la sua visione del mondo modellata. Non c’è luogo più appropriato di queste colline rocciose per ricordare i nostri inizi, i giorni in cui lo Stato era ancora in corso di realizzazione, ed è nostro dovere conservare ciò che è stato fondato poi a prezzo di tanto sangue”, ha affermato Dalia Rabin, figlia del defunto Primo Ministro e direttore dell’Ytzhak Center.

È stata una giornata emozionante con passeggiate a Tel Avimor, una passeggiata per escursionisti esperti da Shaar HaGai a Einot Sussin, un’escursione lungo il sentiero conosciuto come 1948 Trail da Radar Hill fino al cimitero militare Kiryat Anavim, giri in bicicletta ed escursioni sulle quattro ruote.

Dopo le numerose attività, la giornata si è conclusa con una cerimonia a cui Dalia Rabin ed il Presidente Mondiale del KKL Efi Stenzler hanno preso parte. I soldati dell’IDF Central Command ed un gruppo di giovani da Modiin hanno allietato i presenti con canzoni e proiezioni di cortometraggi con cui raccontavano la vita di entrambi i protagonisti dell’evento: Rabin e lo Stato di Israele.

Uno dei momenti più emozionanti ha riguardato l’attimo in cui soldati e studenti, insieme, hanno intonato la canzone Shir LaShalom (“Una canzone per la pace” ), proprio come aveva fatto Yitzhak Rabin, al raduno nella piazza, poco prima di essere ucciso.

Come puoi sostenerci

Leggi di più

Iscriviti alla nostra Newsletter