KKL Italia Onlus

News

Foresta di Medinol: Donare la vita ad alberi e persone

Il KKL-JNF e la compagnia di Medinol hanno inaugurato la foresta di Medinol, con strutture e accessi per diversamente abili.

La foresta, è stata formata all’interno di quella già esistente di Shoresh come risultato della collaborazione tra KKL e la società di assortimenti chirurgici Medinol.

“Piantare un albero è un atto per regalare la vita e questo è precisamente quelo che vogliamo fare”, ha detto Yehudit Richter, direttore generale di Medinol. “Il KKL è il nostro partner che dona la vita agli alberi e alla natura”.

Yehudit e Kobi Richter, hanno collaborato con il KKL per 15 anni. Ogni volta che nasceva un bambino, veniva piantato un albero con il suo nome. Molti eventi speciali sono stati segnati nello stesso modo, fino a far piantare più di 400 alberi.

Oggi l’area è tra le mete preferite dalle famiglie che vogliono stare a contatto con la natura e dai turisti che non vengono solo per vedere Gerusalemme.
E’ collocata, infatti, tra Tel Aviv e Gerusalemme e ciò ha contribuito alla sua popolarità; Proprio per questo motivo, è stato deciso il nome “Medinol”, in onore alla compagnia che ha focalizzato tutte le sue attività per entrambe le città.

Sia la foresta che l’area ricreativa, hanno un’abbondanza di strutture da offrire ai visitatori: parcheggi, tavoli da picnic, aree attrezzate per i picnic e i barbecue e per ultimo, ma non meno importante, un regolare servizio di pulizie per mantenere l’area pulita dopo che un grande numero di persone l’hanno usata.
“Siamo orgogliosi di essere partner nella creazione di un’ambiente verde e, soprattutto, di una foresta sostenibile”, ha detto Michael Ben-Abu, Direttore del dipartimento di raccolta fondi in Israele per il KKL , alla cerimonia di inaugurazione.

Yehudit Richter ha ha piantato un albero di limone, in ricordo della madre, morta durante l’olocausto: “Sono figlia dell’Olocausto e proprio per questo, per me, piantare un albero è il simbolo della continuità della vita” ha affermato.
“Sono veramente orgogliosa di appartenere a questo gruppo che non pianta solamente un albero di limone, ma un’intera foresta. E’ emozionante pensare che ogni seme piantato, crescerà fino ad acquisire un’identità”.

Efi Haber, Direttore generale delle risorse umane a Medinol, ha promesso di visitare regolarmente la foresta e di innaffiare l’albero per essere sicuro che cresca.

Alla conclusione della cerimonia, dopo il discorso di ringraziamento, è stata apposta una targa. Prima di andar via, Yehudit Richter ha passeggiato nuovamente intorno alla foresta, esprimendo ancora piena soddisfazione per il lavoro svolto e promettendo di ritornare molto presto con tutto lo staff del Medinol.


no images were found

Come puoi sostenerci

Leggi di più

Iscriviti alla nostra Newsletter