Tillandsia, una pianta che depura l’aria di casa

febbraio 24 2014

tillandsia pianta depurazione aria casa

La Tillandsia è una pianta che appartiene alla famiglia delle Bromeliaceae, ne esistono circa cinquecento specie divise in sei sottogeneri.

La peculiarità risiede nel fatto che non hanno radici sotterranee e assorbono il loro nutrimento dall’umidità dell’aria e per questa peculiarità la pianta è conosciuta anche con il nome di Garofano d’aria.

Utile per la depurazione dell’aria in casa

Diffusa ormai in tutte le parti del mondo, questo tipo di pianta riesce a catturare il pulviscolo atmosferico depurando così l’aria.

Questa pianta, infatti viene considerata come un biorivelatore di inquinanti atmosferici che con le proprie foglie riesce a catturare idrocarburi policiclici aromatici e sostanze come quelle provenienti dalla incompleta combustione della benzina che, inalate, sono dannose per l’organismo umano.

Il botanico Luigi Brighigna dell’Università di Firenze ha testato per mesi la tillandsia, soprattutto sulla trafficata circonvallazione di Firenze, dimostrando che la pianta è effettivamente un valido rivelatore di sostanze inquinanti.

La peculiarità dello studio risiede nell’aver dimostrato, inoltre, la capacità di assorbire le polveri che rimangono sospese nell’aria. Questa capacità è data soprattutto dalla mancanza di radici, permettendo l’analisi delle sostanze depositate escludendo le interferenze che potrebbero avvenire con il terreno.

Altri risultati simili giunsero già a metà degli anni ’90, in cui alcuni scienziati tedeschi con la pianta chiamata chlorophytum, rintracciarono delle sostanze assorbite dalla pianta stessa, ritrovandole poi metabolizzate nelle sue foglie.

Altre piante su cui fare affidamento:

  • Chlorophytum comosum
  • Felce di Boston:
  • Dracena
  • Orchidea

Può, senza dubbio, essere un ottimo rimedio per la salubrità dell’aria che si respira in casa considerando che l’aria domestica è 12 volte più inquinata di quella esterna.

Tag: ambiente, Inquinamento, piante

Leggi le altre news su: Ecosostenibilità
Social