Novità dal mondo del riciclo: dalle scarpe da ginnastica a pavimenti da giardino

febbraio 10 2014

scarpe giardino pavimenti

Ripostigli colmi di oggetti che non si usano più, cantine con cianfrusaglie che avranno come minimo 6 o 7 anni ed armadi straripanti di vestiario. Questo è più o meno lo scenario di molte case di oggi.

Cosa fare, ad esempio, con delle vecchie scarpe da ginnastica? Tra poco tempo si avrà la possibilità di trasformarle in pavimenti da giardino.

Sta per partire un progetto italiano chiamato Esosport-I giardini di Betty con il quale si vuole attivare un riciclo consapevole ed ecologico di materiali che, altrimenti, finirebbero in discarica con un aumento di costi da non sottovalutare.

Grazie a questa iniziativa ogni cittadino potrà gettare via vecchie scarpe da ginnastica in appositi contenitori chiamati Esobox installati nelle scuole e nei centri sportivi comunali.

Da scarpe a piastrelle

Il nuovo ciclo di vita delle scarpe parte dal materiale granulare ottenuto dalla triturazione della gomma di cui sono composte le calzature da ginnastica.

Il riciclo di queste sostanze permette di creare piastrelle per pavimenti dedicate a superfici soprattutto sportive e ludiche, data la consistenza dei materiali. Infatti, i materiali utilizzati derivanti dalle scarpe, risultano essere resistenti a luce, acqua e oli e, soprattutto, non conducono elettricità.

Con la gomma ottenuta da circa 10 paia di scarpe può arrivare a produrre circa un chilo di materiale granulare da cui ottenere un decimetro quadrato di pavimentazione.

Grazie a questi studi sarà possibile creare pavimentazioni sportive e ludoteche, più sicure ed ecosostenibili.

Tag: ambiente, riciclo, scarpe

Leggi le altre news su: Ecosostenibilità
Social