KKL presenta la tecnologia “Advanced Water” al Watec 2013

ottobre 28 2013

Watec2013

Il WATEC 2013 Water Technology Exhibition and Environmental Control Exhibition and Conference è stata la quarta occasione in cui il KKL ha potuto esporre le proprie attività in materia di ambiente e di sviluppo delle risorse idriche.

L’evento, tenutosi all’ Israel Trade Fairs and Convention Center di Tel Aviv, fornisce un forum in cui le organizzazioni israeliane possono presentare le proprie ultime innovazioni tecnologiche in materia di acqua, energia e conservazione ambientale.

La conferenza riunisce esperti, delegati ufficiali e persone provenienti da altre sfere, coinvolti in questioni legate all’acqua. Dà loro la possibilità di scambiarsi informazioni, aggiornarsi sui più recenti progressi tecnologici e di fare un po’ di “networking”.

Riabilitazione dei fiumi inquinati, promuovere l’energia verde, la lotta contro la desertificazione, l’introduzione di zone umide artificiali, la bonifica dell’acqua mediante fitodepurazione e le tecniche di biofiltrazione. Queste sono state solo alcune delle notevoli attività legate all’acqua in mostra al padiglione speciale KKL alla mostra WATEC 2013  sotto il titolo “KKL – JNF – Creating Water”. Un touch screen speciale, con il semplice tocco di un dito, ha permesso a tutti i visitatori di conoscere tutte le varie attività dell’organizzazione. In contemporanea, su un altro schermo, sono stati proiettati dei video sull’ampio lavoro inerente al benessere del genere umano e dell’ambiente.

Il padiglione del KKL ha suscitato l’interesse di molti visitatori della mostra provenienti da tutto il mondo. India, Cina, Kenya, Ghana, Brasile, Perù, Sud Africa, Svizzera, Grecia, Canada e Stati uniti, sono solo alcuni rappresentanti che hanno visitato il padiglione ed hanno espresso un profondo interesse verso i vari progetti.

Oltre le affascinanti spiegazioni, i visitatori hanno anche ricevuto un regalo dal KKL, una bellissima pianta.

Elisha Mizrahi responsabile del KKL-JNF’s Resources, Development and Public Relations Division, ha sottolineato l’importanza che l’organizzazione attribuisce alla cooperazione internazionale: “La profonda conoscenza ed esperienza di cui dispone il KKL è disponibile in numerosi paesi di tutto il mondo, e siamo lieti di costruire quei ponti di cooperazione”.

Il KKL investe uno sforzo particolare nella riabilitazione dei corsi d’acqua inquinati. Le attività in questo campo comprendono la rimozione di inquinanti, cura del paesaggio, la conservazione del suolo e la fornitura e lo sviluppo dei parchi. Una volta che la riabilitazione è ben avviata, la vita ritorna al fiume:  si può ammirare la vegetazione e la fauna selvatica fiorire. I siti che una volta erano inquinati vengono trasformati in bellissimi paesaggi e attrazioni turistiche. Il Parco Italia, il fiume Alexander e le zone umide artificiali del fiume Yarkon, solo per citarne alcuni, sono tutti esempi di trasformazioni di questo tipo.

Tag: Israele, Keren Kayemeth LeIsrael, kkl, Watec

Leggi le altre news su: Da Israele
Social