In Israele, il National Water Carrier Project Park nascerà con la collaborazione del KKL

novembre 20 2013

National Water Carrier Park | KKL

Il National Water Carrier Project Park è stato insignito del Premio Architettura del Paesaggio 2013 dall’Associazione degli Architetti del Paesaggio. Il premio è stato presentato alla convention annuale dell’Associazione, da Roni Yeger-Shalita, che ha avviato il progetto insieme agli architetti Orna Ben Zioni e Beeri Ben Shalom.

Nelle ragioni citate dai giudici per l’assegnazione del premio si legge: “per un progetto sviluppato da studenti, diventato in seguito un progetto concreto, grazie alla visione e determinazione eccezionale nel portare avanti un progetto di grande importanza nazionale per migliorare la qualità locale di vita per molte comunità”.

Il National Water Carrier Park mira a collegare le aree fluviali bonificate e i parchi nella regione centrale di Israele, formando una striscia di natura che attraversa 9 autorità locali, 6 consigli regionali e 3 municipalità. Questo ambizioso progetto si propone di contribuire a mantenere la contiguità di spazi aperti in Israele.

L’idea del progetto è nata grazie all’assegnazione conclusiva degli studi, presso il Technion, dell’architetto del paesaggio Roni Yeger-Shalita il quale ha preparato un piano generale insieme agli architetti del paesaggio Orna Ben Zioni e Beeri Ben Shalom.

Pinhas Kahana, Direttore della Divisione Pianificazione del KKL, ha visto la presentazione del progetto per il parco, alcuni anni fa, ad una mostra di progetti di paesaggio da parte di studenti. Il Direttore è rimasto entusiasta dell’idea e delle sue possibilità per la conservazione e lo sviluppo di spazi aperti per i progetti di sviluppo residenziale e per il collegamento con ulteriori progetti, come il risanamento del fiume Alexander. A questo punto il comitato direttivo del KKL, presieduto da Pinhas Kahana, ha avviato progettato ed affiancato i processi di preparazione del “master plan” completo. Allo stato attuale, il KKL è nelle fase di promozione e sviluppo del parco lungo la striscia di terra del National Water Carrier, da Ramat Menashe a Rosh Haayin. L’intento è quello di creare spazi aperti per il tempo libero ed altre attività, secondo i piani dell’architetto.

Il parco, progettato ad un costo di circa 90 milioni di shekel, coprirà una superficie lunga 60 chilometri. Il KKL ha anche in programma di sviluppare un percorso ciclabile lungo tutta la lunghezza del parco.

È importante, per il KKL, collegare il parco progettato al fiume Yarkon, al Parco Nazionale Yarkon,  al fiume Alexander, all’Hadera e al Shoham i quali sono tutti torrenti che il KKL ha coinvolto nella riabilitazione con l’aiuto dei fondi donati dagli amici di tutto il mondo.

Il KKL guiderà la realizzazione del progetto, allargando la fascia e trasformandolo in uno spazio ambientale paesaggistico con il fine di incrementare le attività ricreative e culturali della zona.

Secondo il Presidente del KKL Efi Stenzlerc’è un grande potenziale in questa striscia di terra, che attualmente è caratterizzata da rischi e da abbandono. Il National Water Carrier Park diventerà un’arteria della vita nella regione e risponderà alla crescente esigenza di spazi aperti per il tempo libero, in aggiunta alla fornitura di acqua. Il KKL ha anche in programma di sviluppare un percorso ciclabile lungo la sua lunghezza”.

Tag: Keren Kayemeth LeIsrael

Leggi le altre news su: Da Israele
Social