Inquinamento: all’interno degli uffici è maggiore rispetto alle strade

gennaio 13 2014

KKL | inquinamento ufficioIn termini tecnici viene definito inquinamento indoor ed in questa categoria rientrano gli uffici che, spesso, vengono sottovalutati ma che probabilmente sono i luoghi in cui vi è una più alta concentrazione di inquinamento rispetto alle strade.

Basti pensare che, in media, gli italiani passano gran parte della giornata in ufficio, mentre circa solo 1-2 ore al giorno in strada.

Il CNR ha lanciato un allarme: i livelli di inquinamento indoor sono addirittura peggiori di quelli outdoor, con il quale ci si riferisce a quello esterno.

Con uno studio intitolato Emissioni da materiali da costruzione, il ruolo della ventilazione, il ruolo delle piante, il CNR ha evidenziato come gli uffici europei siano altamente inquinanti.

Il team di ricercatori del CNR ha studiato circa 200 edifici moderni ad uso ufficio (banche, aziende, call center) inserendo nell’analisi anche il contesto italiano.

I risultati non lasciano ben sperare: sono state trovate alte concentrazioni di formaldeide, benzeni e terpeni, che sono tre agenti inquinanti e pericolosi per la salute dell’uomo. Il dato più allarmante è la quantità rintracciata. Infatti il quantitativo rinvenuto è oltre un livello accettabile.

Va inoltre sottolineato che a questi dati vanno aggiunti anche altri elementi inquinanti come i residui dei prodotti per la pulizia, deodoranti e molto altro.

Nello studio sono stati rinvenuti circa 30 elementi pericolosi che quotidianamente vengono respirati in locali al chiuso come appunto gli uffici. La maggior parte di queste sostanze sono cancerogene come ad esempio la formaldeide, un agente chimico molto utilizzato per vernici e legno. Basti pensare che la quantità rinvenuta di questo agente supera di quattro volte quella che invece viene generalmente rinvenuta all’esterno.

Da questi preliminari dati si evince che chi lavora in ufficio tutti giorni respira una quantità molto elevata di questi elementi.

Una delle ricercatrici del CNR, Rosanna Mabilia ha sottolineato: “In tutti i Paesi abbiamo sempre riscontrato che le concentrazioni di inquinanti indoor sono più alte di quelle outdoor. I dati sono allarmanti se si considera che passiamo la maggior parte della nostra giornata in ufficio e che una percentuale significativa della popolazione degli Stati membri dell’Ue lavora quotidianamente negli uffici, percentuale destinata ad aumentare in futuro”.

L’eccezionalità dello studio quindi risiede non tanto nelle quantità che comunque sono sempre state oggetto di analisi, ma quanto nel aver evidenziato la pericolosità di questi agenti presenti in grande quantità negli uffici e dannosi per l’uomo.

Tag: Inquinamento

Leggi le altre news su: Ecosostenibilità
Social