Inaugurazione della strada panoramica nella bassa Galilea

agosto 13 2013

cutting-ribbon-Tania

“Maestoso” e “mozzafiato” sono parole che vengono immediatamente in mente quando si ammira il panorama sulla highway 65, nella bassa Galilea, dal Belvedere della Foresta di Lowdermilk. Domenica 11 Agosto, una nuova strada panoramica, congiuntamente finanziata dal KKL-JNF e dal Ministro della Giustizia, è stata dedicata a questo luogo, in presenza del KKL-JNF e dei funzionari del Ministro della Giustizia, dei rappresentanti del Consiglio Regionale della Bassa Galilea, della Polizia Israeliana, delle Guardie di Frontiera e dei residenti locali.

Yiftah Har-Hol, direttore della Regione Settentrionale del KKL-JNF, ha detto di essere stato “molto emozionato di dedicare la strada panoramica della Foresta di Tu’ran, che va da Beit Rimon a Mitzpe Netofa. Essa attraversa piantagioni e boschi naturali, e offre uno dei più bei panorami d’Israele. Quando vi sono abbondanti pioggie invernali, la Valle di Beit Netofa si riempie d’acqua, e sembra un immenso lago. Questo non succede tutti gli anni, ma quando lo fa, è uno spettacolo che non ci si deve perdere. Sono appena tornato da un giro sulla strada, è un viaggio stupendo, e il panorama è semplicemente inebriante!”

Shai Dura, direttore dell’Attuazione del Progetto Unitario della Regione Settentrionale del KKL-JNF, e Gil Atzom, supervisore del KKL-JNF della Foresta della Bassa Galilea, hanno spiegato che la strada, lunga 11 km, è stata realizzata in modo da offrire ai residenti di Beit Rimon e di Mitzpe Netofa un percorso alternativo alla Highway 65. Durante le rivolte Arabe dell’Ottobre del 2000, l’autostrada, principale arteria stradale, venne chiusa per diversi giorni, dividendo così in due parti il paese. Gli abitanti locali non ebbero modo di lasciare o tornare alle loro case, e vennero inoltre minacciati dalle violente proteste. Oltre a fornire loro un percorso di accesso alternativo, la strada panoramica attraversa una zona di straordinaria bellezza naturale, che la rende un’attrazione sia per i residenti, che per i visitatori provenienti da tutto il paese.

La cerimonia è stata inaugurata da Yossi Yitzhak, direttore generale del Consiglio Regionale della Bassa Galilea, il quale ha detto che la strada panoramica è un sogno diventato realtà, sia in termini di sicurezza, che in termini di turismo locale. “Senza KKL, non sarebbe mai potuto accadere”, ha aggiunto.

Motti Dotan, capo del Consiglio Regionale della Bassa Galilea, ha detto: “Ci sono dei bambini che vengno da Beit Rimon, che sono qui coi loro genitori. Per noi, la cosa più importante, è che gli abitanti di qui abbiano messo le radici e stiano fiorendo. Infatti, stiamo pensando di aprire un’altra scuola materna. Adesso che abbiamo questa nuova strada, è tempo di organizzare una nuova comunità tra Beit Rimon e Mitzpe Netufa. Lavorare su questo progetto con il KKL-JNF è stato proprio come chiunque vorrebbe che una collaborazione sia, e spero che ci saranno altre cooperazioni, in futuro. Vorrei ringraziare l’intero staff e i funzionari del KKL-JNF, anche il Presidente Mondiale del KKL-JNF, Efi stenzler, e il Co-Presidente, Eli Aflalo. Ci hanno sempre supportati, fin dal primo passo, e non è qualcosa che si dà per scontato.”

Eitan Fishman, vice direttore del Dipartimento di Regolamento del Ministero della Giustizia, ha anche ringraziato chiunque abbia preso parte al progetto, “innanzitutto, il KKL-JNF. Lavorarci insieme, è sempre una positiva e piacevole esperienza, sanno davvero come realizzare un lavoro correttamente.”

Molli Levias è il presidente del Commitato Centrale di Beit Rimon. La comunità venne fondata circa trent’anni fa, e ora, vanta una popolazione di più di cento famiglie. Molli, che era presente alla cerimonia con le sue figlie Tal e Yarden, insieme all’amica di Tal, Nitzan, ha detto che oltre alla sicurezza che la nuova strada fornisce, “è un bel modo per raggiungere il Junction Golani, specialmente quando l’autostrada principale è congestionata dal traffico. Prima che la nuova strada venisse asfaltata, solo chi possedeva una jeep poteva godere della naturale bellezza della zona. Adesso, grazie al KKL-JNF e al Ministro della Giustizia, questo incredibile panorama è accessibile a chiunque. Ha fatto una grandissima differenza nella qualità della nostra vita, e ve ne siamo veramente grati.”

Tag: ambiente, galilea, inaugurazione, Israele, Keren Kayemeth LeIsrael, kkl, Onlus, strada

Leggi le altre news su: Da Israele
Social