Evento KKL Expo: Alberi in Terra Santa

maggio 21 2015

kkl

Un pubblico attento ed incuriosito ha assistito, lunedì 18 Maggio, al primo dei tre incontri organizzati dal Keren Kayemeth LeIsrael nella Sala Conferenze del Padiglione Israeliano all’Expo. “Gli alberi raccontano una storia – dalla Bibbia all’Israele di oggi” è un tema che apre vasti scenari di approfondimento, offrendo lo spunto per un’infinità di citazioni ed interpretazioni, senza trascurare peraltro la realtà “verde” dell’Israele che conosciamo oggi e che vanta una flora già presente più di 2500 anni fa.

Dopo un breve discorso introduttivo di benvenuto, il Presidente della Commissione di Milano Silvio Tedeschi ha dato la parola al prestigioso panel degli oratori, a cominciare da Armando Torno, giornalista del Corriere della Sera nonché moderatore dell’incontro; Alfonso Arbib, Rabbino Capo di Milano, che ha approfondito il racconto di tre alberi della Bibbia, scelti tra i tanti che vi compaiono, per analizzarne i simbolismi ed i possibili significati.

Molto più scientifico, a seguire, l’intervento del Prof. Alon Tal, docente della Ben Gurion University nonché rinomato ricercatore e conoscitore delle piante bibliche. Vincenzo Mazziotta, infine, esperto di farmacia e botanica, responsabile dell’Orto Vaticano in cui crescono piante citate nel Vecchio e Nuovo Testamento, ha fatto un esauriente excursus di episodi, in prevalenza del Nuovo Testamento, in cui le piante sono protagoniste.

Ciascun oratore, secondo il proprio campo di competenza e con il supporto di sistemi audiovisivi, ha dottamente dissertato sull’argomento, iniziando in più casi dall’episodio del Giardino dell’Eden e dal suo misterioso Albero del bene del male.
I riferimenti alla flora dell’Israele odierno non potevano, ovviamente, dimenticare l’apporto fondamentale del Keren Kayemeth LeIsrael all’afforestazione ed alla cura del territorio che hanno trasformato completamente il paesaggio in pochi decenni.
La storia degli uomini e quella degli alberi si intrecciano, affondando le proprie radici in un passato remoto. Inseguendo il sogno, più che mai attuale, di poter vivere tutti in un paradiso terrestre di pace e benessere. Il KKL ne ha fatto una delle sue ragioni d’essere.

Donia Schaumann Ellis

Tag: Expo 2015, expo 2015 padiglione israele, Expo2015, Keren Kayemeth LeIsrael, kkl, kkl italia

Leggi le altre news su: KKL
Social