Alla scoperta del deserto del Negev

luglio 10 2013

Haluzit

Il deserto del Negev è una regione che si trova nella parte meridionale d’Israele e si estende per oltre la metà del Paese stesso, a causa delle sue caratteristiche desertiche non è densamente popolato.

Storicamente il Negev è stato menzionato nella scelta di Abramo di porre la sua residenza a Be’er Sheva e anche la popolazione dei Nabatei, commercianti in spezie, profumi e sale che costruirono luoghi di sosta tutt’ora visitabili in località come Mamshit e Ovdat.

I moderni insediamenti ebbero inizio circa cento anni fa. Dopo la fondazione dello Stato anche David Ben Gurion, Primo Ministro di Israele, si stabilì a Sde Boker avviando lo sviluppo di altri insediamenti.

Il Negev è, di fatto, una regione desertica per le scarse precipitazioni che non raggiungono i 200 millilitri annuali. Nonostante ciò, la flora risulta essere rigogliosa.

Questo è stato possibile grazie anche all’impegno del KKL partito circa nel 1941 con un’opera di sviluppo ambientale che ha portato alla fondazione di 14 nuclei abitativi. Dopo alcune opere di rimboschimento in Galilea e sulle colline di Gerusalemme, il KKL tra gli anni ‘60 e ’70 si è dedicato al rimboschimento del deserto con la foresta di Yatir. Negli anni ‘70 e ’80 il programma si è concentrato, tra l’altro, nello sviluppo dei villaggi agricoli nel nordovest del Negev: con questa operazione si è raggiunta la quota di 100 milioni di alberi piantati. Tra il ’90 e il 2000 con il risanamento di alcune zone il KKL ha dato il via alla costruzione di nuovi centri abitati.

Il Negev, negli anni, ha rivelato vere e proprie potenzialità in termini di ecologia, economia e natura, per questo è nato “Action Plan” un programma in collaborazione con l’Agenzia Ebraica e il Ministero dell’Agricoltura. Il piano, già in parte attuato, prevede rimboscamenti, bonifiche del territorio, creazioni di serre e per il futuro, si prevede lo sviluppo di uliveti, allevamenti di pesci e coltivazioni.

I programmi concentrati sul Negev sono in continuo sviluppo e in Partership con numerose associazioni nazionali KKL in tutto il mondo.

L’intento è quello di sviluppare la vegetazione, secondo campi d’azione precisi per rendere questa area, notoriamente desertica, un luogo sicuro e abitabile.

Tag: alberi, desertificazione, deserto, Israele, Keren Kayemeth LeIsrael, kkl, Negev

Leggi le altre news su: Da Israele
Social