Curiosità sulla natura, a Firenze nasce l’albergo per insetti

maggio 23 2014

bug hotel

A Firenze è nato un particolare tipo di albergo. Si tratta di una sorta di rifugio per farfalle, coccinelle, lumache ed altri insetti che di norma vivono nelle piante.

L’oasi è grande circa 200 mq e ed è diviso in “camere”, ovvero delle casette di legno ognuna con adibita in base alle esigenze dei “piccoli ospiti”.

L’idea ha anche un valore aggiunto ed etico perché è nata grazie al lavoro del Centro di Giustizia Minorile di Firenze. Il fine è quello fornire un’occasione di riscatto a coloro che seguono un percorso di recupero all’interno della struttura.

Il progetto si chiama Bug Hotel, e prevede la riproduzione di un habitat naturale consono alla riproduzione di alcuni insetti e rettili ma che comprende anche la cura di alberi e la conservazione della biodiversità.

L’ambiente è stato ideato nel rispetto della biodiversità. È stato creato uno stagno in grado di attrarre determinate specie di uccelli, casette di legno in grado di ospitare quanti più “ospiti” possibili e tanto altro è ancora in fase di miglioramento ed implementazione.

Il progetto è stato finanziato dalla Provincia di Firenze in collaborazione con Cgm, Comune di Firenze, Istituto Apab e l’Università di Firenze.

Si tratta di un’iniziativa davvero particolare forse unica in Italia, per il momento, che punta al recupero degli insetti nel loro ecosistema e nel recupero del valore umano dato l’impegno dei giovani che seguono il percorso di recupero nell’Istituto.

Tag: bug hotel, habitat naturale, insetti, piante

Leggi le altre news su: Ecosostenibilità
Social