Chanukkà: la feste delle luci e…anche della natura

dicembre 4 2013

cover

Lo scorso 2 dicembre si è tenuta una serata presso la sede di Roma del KKL Italia Onlus, per celebrare la festa di Chanukkà. Alla presenza di molti invitati, il Rabbino Capo Riccardo Di Segni ha acceso la Chanukkià insieme al team del KKL e svolto una lezione molto affascinate che ha sorpreso i partecipanti: attraverso una chiave di lettura diversa, ha rivelato i molteplici significati della festa.

Come tutti sanno la festa di Chanukkà, ricorda l’indipendenza politica, dopo secoli di sottomissione persiana e greca, la fine della persecuzione religiosa e la restaurazione del Bet Ha-Miqdash, oltre alla vittoria sugli Ellenisti e al miracolo. Chanukkà, ha anche un significato astronomico, poiché cade durante il solstizio invernale, una delle feste più antiche dell’umanità.

Inoltre ha un significato agricolo come tutte le festività ebraiche, perché rappresenta il periodo della raccolta delle olive, dove si spreme il primo olio del nuovo raccolto.

Aldo Anav, Presidente della delegazione di Roma, nel corso della serata ringraziando tutti per la calorosa partecipazione, ha ribadito l’importanza delle azioni svolte negli anni dal KKL Italia con e per Israele. Ha inoltre invitato i partecipanti a devolvere il 5×1000 dell’IRPEF al KKL Italia Onlus tramite la dichiarazione dei redditi; questo non ha alcun costo, ciò che finirebbe nelle casse dello Stato, diventerebbe un fondo devoluto al KKL, per una giusta causa.

Oggi accendiamo l’ottava e ultima candela della Chanukkià … ancora Hag Sameah!

Tag: Chanukkà, Keren Kayemeth LeIsrael, kkl, kkl italia, Riccardo Di Segni

Leggi le altre news su: KKL
Social