Alberi di Natale dal KKL: la distribuzione di dicembre 2016

dicembre 12 2016

charlotte-and-john-earley

Esiste un modo per impedire l’abbattimento illegale degli alberi nel periodo delle festività natalizie? In Israele tutto è possibile. Come da tradizione, anche quest’anno il KKL distribuirà alberi di Natale alle Chiese locali, Monasteri, Conventi, Ambasciate ed al pubblico in generale. Perché le foreste e gli alberi del KKL sono a beneficio di tutti gli abitanti di Israele, a prescindere dalla religione o appartenenza etnica. Una lodevole iniziativa volta a coniugare due culture con un unico fine: il rispetto e l’amore per l’ambiente.

christmas-tree-kkl-jnf-forest-2008-web

Sono cipressi dell’Arizona, selezionati come la varietà più adatta per diventare attraenti alberi di Natale: l’aspetto è simile a quello di un abete, resistenti e perfettamente in grado di sopportare il clima israeliano, dopo essere stati tagliati, gli alberi sopravvivono e restano verdi. È fondamentale sapere che quando l’albero viene abbattuto, la base del tronco che rimarrà attaccata alle radici non morirà, ma permetterà il rigenerarsi di nuovi germogli. Nel giro di tre o quattro anni, nascerà un nuovo albero. Come sempre la distribuzione avrà luogo nel Centro e nel Nord di Israele, in conformità con gli elenchi forniti dal Ministero dell’Interno, il Comune di Gerusalemme e altri organismi. I privati invece possono acquistare un albero per la somma simbolica di 80 NIS.

Tag: Alberi natale, Keren Kayemeth LeIsrael, kkl, kkl italia

Leggi le altre news su: KKL
Social